Le mani sono tra le parti del nostro corpo che utilizziamo di più per qualsiasi attività. Sono sottoposte a numerose fonti di stress e insulti esterni (freddo, fotoaging, irritanti chimici etc). I comuni segni dell’invecchiamento si manifestano con perdita di tonicità, di freschezza e di volume, rugosità anche profonde, comparsa di macchie e discromie. La cura delle mani è importantissima per prevenire e limitare i segni del tempo che comunque una volta insorti possono essere trattati con varie metodiche. La prevenzione pone l’accento su alcuni accorgimenti pratici (es. usare guanti d’inverno, evitare di “rosicchiare le unghie”, utilizzare saponi non saponi, usare sempre una fotoprotezione, eseguire una manicure completa ogni due settimane) e soprattutto sull’utilizzo di cosmeceutici di qualità che vanno applicati in maniera costante nel tempo sin dall’età giovanile. 

 

 

 

Quando i segni dell’invecchiamento diventano evidenti esistono diversi trattamenti a nostra disposizione per rallentarli e ridurne l’impatto estetico.

La biorivitalizzazione tramite infiltrazioni di diversi principi attivi tra cui anche l’acido ialuronico, stimola una forte idratazione ed una rigenerazione naturale della pelle dovuta alla produzione di nuove fibre collagene che avviene gradualmente ed il suo effetto di ringiovanimento, distensione delle rughe superficiali, aumentata freschezza e tonicità tissutale dura a lungo (fino a 12 mesi). I filler vengono impiegati per compensare un difetto di volume tale da non poter essere corretto solo da un biorivitalizzante. 

La luce pulsata (IPL) sfruttando un fascio di luce a diverse lunghezze d’onda viene assorbita dalle cellule bersaglio più scure senza danneggiare quelle circostanti e permette una fototermolisi selettiva che andrà ad eliminare per esfoliazione aree di iperpigmentazione. 

 

 

 

I peeling chimici spesso a base di acido glicolico, usati assieme alla microdermoabrasione che ha un effetto sinergico, producono una esfoliazione degli strati superficiali della cute e stimolano la produzione di nuove fibre collagene da parte degli strati più profondi.

Il trattamento può essere completato dall’applicazione di guanto di paraffina. In caso di lesioni cheratosiche rilevate è anche possibile procedere chirurgica eseguita dal medico con tecnica sterile e materiale monouso di durata di qualche minuto; alternativamente verranno utilizzati il bisturi freddo o l’azoto liquido. Per l’iperidrosi della mani (sudorazione eccessiva involontaria) si rimanda alla sezione specifica del trattamento (trattamento dell’iperidrosi).

 

 

INDICAZIONI

  • Rughe
  • Lassità cutanee
  • Segni di invecchiamento
  • Scheletrizzazione della mano
  • Perdita di volume
  • Macchie cutanee

 

TRATTAMENTI CONSIGLIATI:

Per i tempi e modi del trattamento, cure a domicilio ed effetti collaterali si consiglia di leggere le schede dei relativi trattamenti, cliccabili qui sopra.

 

 

LEGGI ANCHE…..

lo specchio di venere marzo 2012

lo specchio di venere novembre 2013

 

 

Se vuoi saperne di più sui trattamenti per le mani, inclusi luce pulsata, filler, peeling e biorivitalizzazione, vieni a trovarci a Modena presso lo studio Medicina Estetica e dintorni della Dottoressa Paola Molinari, in via Giardini 45, 41124. Recapiti Telefonici:  oppure .

Dott.ssa Paola Molinari